Acqualagna – Ripartiamo da qui

Ad Acqualagna mi accompagna Anuska. La prima volta ci vediamo all’Abbazia di San Vincenzo al Furlo con altri amici. Il cielo è coperto e comincia a fare sera. Rinunciamo a fare le riprese e prendiamo solo un aperitivo. La seconda volta ci vediamo in paese e scopro qualcosa di grande di cui non conoscevo neppure l’esistenza: il cinema nella piazza. E’ un cinema di paese che la tecnologia e la passione hanno trasformato in un motore di aggregazione, creatività e innovazione per Acqualagna e per la valle del Metauro. Ce ne parla Danilo, che ha scelto di stare ad Acqualagna e di investire sul cinema. E’ un esempio di come lo spirito di iniziativa dei singoli possa fare la differenza per il territorio. Il cinema porta il nome di Antonio Conti, scrittore e sceneggiatore neorealista, e si affaccia sulla piazza intitolata a Enrico Mattei, entrambi di Acqualagna.

Comincia da lì la nostra visita di Acqualagna, che pensavo sarebbe iniziata dal tartufo e dal Furlo, eccellenze note e indiscusse. La strada lungo la gola del Furlo è interrotta da una frana da più di un anno. La scorsa estate si poteva percorrerla a piedi e lo abbiamo fatto con Luca, Silvia, Pippo e le ragazze lasciando la macchina dal lato di Fermignano, ma ora stanno facendo i lavori e non si può andare oltre la frana.

Condividi questa pagina
Posted in Diario, News, Personale, Territorio, Tour and tagged , , , , , , , .