Lo sviluppo riparte dai giovani

Quella di oggi è stata una tappa importante del tour “Ripartiamo da qui“: sono stata al Collegio Tridente, a Urbino, con Luca Ceriscioli, Giovanni Gostoli, Federico Scaramucci e il mio immancabile puntatore di cartone. Sono lieta che anche Giancarlo Sacchi, Alceo Serafini, i rappresentanti degli studenti e tanti amici abbiano accolto il mio invito e abbiano partecipato all’incontro che si è svolto in modo assolutamente informale negli spazi pubblici del Tridente.

Oggi ripartire da qui ha significato soprattutto riconoscere e valorizzare il primato di Urbino nella formazione e nel diritto allo studio e il ruolo centrale che può avere per lo sviluppo di tutto il territorio.

I collegi universitari sono un luogo che rappresenta in modo reale e simbolico la vocazione di Urbino città-campus, con una popolazione studentesca che supera di gran lunga la popolazione residente. Le scuole, gli istituti di alta formazione, i corsi universitari, l’ente per il diritto allo studio, sono risorse non delocalizzabili non solo per l’economia della città, ma perché il contesto di bellezza, storia e cultura in cui i ragazzi vivono conferisce un valore aggiunto straordinario al loro percorso formativo e alla loro esperienza di vita. Le strutture sportive, la formazione musicale e le tante associazioni che operano sul territorio sono parte integrante di questo processo. I giovani hanno l’opportunità di vivere in un centro storico Unesco acquisendo la sensibilità, gli strumenti e le competenze che li possono rendere non solo competitivi sul panorama internazionale, ma vitali per lo sviluppo della nostra regione.

Questa consapevolezza ci carica della responsabilità di valorizzare la loro presenza mantenendo e innalzando la qualità dei servizi e valorizzando il patrimonio architettonico e funzionale dei collegi universitari progettati da Giancarlo De Carlo. Occorre tutelare il diritto allo studio e incentivare le politiche giovanili coinvolgendo attivamente le nuove generazioni nella vita culturale, sociale ed economica dell’intero territorio per farlo ripartire con creatività e slancio. Il primo atto concreto richiesto al candidato presidente è quello di sbloccare i 4 milioni di euro già stanziati dalla Regione per la ristrutturazione del Collegio del Tridente, ma non solo.

Il Forum Europeo della Gioventù ha indetto una competizione virtuosa per assegnare annualmente il titolo di Capitale Europea dei Giovani. E’ un tema sul quale vale la pena di essere ambiziosi. Per questo ho proposto a Luca Ceriscioli di sostenere la candidatura di Urbino a Capitale Europea dei Giovani per il 2019. Luca ha accolto con entusiasmo la proposta, consapevole che la partecipazione stessa a questa importante competizione implicherà il coinvolgimento dei giovani in progetti che avranno un valore in sé e ricadute positive su tutto il territorio in termini di innovazione e internazionalizzazione.

Sono ancora in corso le fasi finali della selezione della città capitale europea dei giovani per il 2018. Perugia è nella short list. L’unico precedente italiano è Torino, che si è aggiudicata questo importante riconoscimento nel 2010. Penso che Urbino, facendo rete con tutto il territorio provinciale e avvalendosi del supporto della Regione, possa presentare con forza la propria candidatura per il 2019, consapevole che il percorso progettuale necessario per presentare la candidatura rappresenti già un primo passo verso un nuovo modello di sviluppo che passi attraverso i giovani. I tempi della candidatura a European Youth Capital 2019 impongono di partire subito per arrivare pronti alle due fasi di selezione previste per gennaio e giugno 2016.

Dare centralità ai giovani è un modo per mettere in rete il capitale di creatività e innovazione presente nel nostro territorio per migliorare la qualità della vita e investire sul futuro. E’ anche un modo per realizzare una piena partecipazione degli studenti alla vita sociale del territorio in cui trascorrono una parte così importante della propria vita, superando la dicotomia tra popolazione residente e popolazione studentesca.

Condividi questa pagina
Posted in Eventi, News, Strumenti, Temi and tagged , , , , , , , , , , .